Rivedi presentazione iniziale
Ricerca rapida
Raimondo Raimondi

Raimondo Raimondi, chitarrista e compositore, nasce a Ravenna il 21 ottobre del 1960 da genitori calabresi.
Fin da bambino mostra interesse per la musica, stimolato dai fratelli maggiori i quali gli infondono l’amore per questa arte meravigliosa oltre ad insegnargli i primi rudimenti.
Studia chitarra classica e mandolino con i maestri Diego Monticelli, Pier Carlo Bechis , Vicchi e Tondini; alterna lo studio a brevi tournée in Spagna, Svizzera, Portogallo dove si esibisce con formazioni locali.
Negli anni ottanta consegue laurea in giurisprudenza; approfondisce lo studio dell’armonia e delle tematiche improvvisative con il maestro Tommaso Lama.
Costituisce un quartetto di bossa nova proponendo rilettura di classici del repertorio brasiliano oltre a composizioni originali.
Partecipa a seminari tenuti da Alirio Diaz, Pat Metheny, Randy Bernsen, Guinga.
Sul finire degli anni novanta fonda il Raimondo Raimondi Acoustic Trio con il contrabbassista Roberto Bartoli ed il batterista/percussionista Stefano Calvano.
Con questa formazione, allargata talvolta ad altri musicisti di varia estrazione (classica, latino, pop..) partecipa a numerose rassegne proponendo musica d’incrocio, caratterizzata da sonorità di confine in contesto acustico/cameristico.
Sviluppa le sue doti di polistrumentista suonando in studio e live mandola, mandolino, mandoloncello, cuatro venezuelano, balalaika.
A nome Raimondo Raimondi Acoustic Trio pubblica nel 2007 l’album “Corde Tese” con la partecipazione straordinaria di Maurizio Asero alle percussioni e Agide Brunelli al clarinetto.
Si dedica anche a sonorizzazioni per il teatro di poesia collaborando a prestigiose rassegne dedicate alla divulgazione poetica al fianco di poeti e fini dicitori di chiara fama (Maria Giovanna Maioli, Franco Costantini). Nel 2008 partecipa al Ravenna Festival presentando l'album Corde Tese. Nel 2009 si dedica principalmente al tributo a Fabrizio de Andrè con il cantante e grande conoscitore della musica popolare Gianluigi Tartaull ed altri musicisti ravennati. Questo progetto confluisce nel 2010 nella BANDEANDRE'(vedi foto). Il 2010 è anche l'anno del ritorno a Ravenna Festival come special guest del folk-singer australiano Dave Kaye. Sempre più frequente l'uso del mandolino ;nella primavera del 2011 realizza un progetto dedicato al grande mandolinista e compositore JACOB DO BANDOLIM , icona della musica popolare brasiliana. A dicembre 2011 pubblica con Bandeandrè il CD Ricordando Fabrizio (live al Teatro Rasi di Ravenna). Nel maggio del 2012 partecipa alla realizzazione del libro/cd "Lavorare Stanca" edito da Danilo Montanari Editore, dedicato ai canti del lavoro. Nel giugno del 2012 pubblica a nome Raimondo Raimondi l'album "La prima neve" con la collaborazione di Agide Brunelli al clarinetto e Stefano Calvano alle percussioni. L'album contiene composizioni proprie e privilegia oltre alla chitarra il suono di altre corde ( mandolino, mandola, mandoloncello) strumenti che da anni si propone di valorizzare e divulgare. Il 2013 è l'anno "classico"; Raimondo Raimondi si cimenta nel concerto di Antonio Vivaldi in do maggiore per mandolino, archi e basso continuo , accompagnato dall'Orchestra Arcangello Corelli . Nel 2014 si esibisce con il Raimondo Raimondi Colectivo , un sestetto con il quale propone , oltre alle proprie composizioni, alcuni classici del repertorio brasiliano con la cantante Letizia Magnani. Nello stesso anno si esibisce presso l'Ambasciata Italiana al Cairo con un progetto dedicato a Fabrizio De Andrè per il centenario della Grande Guerra. Nel 2015 viene insignito del premio Poesia nelle Corde presso il prestigioso Circolo Letterario Le giubbe Rosse di Firenze con il Maestro Franco Costantini. Nel 2016 costituisce la Raimondo Raimondi Orchestra, un ensemble di dodici elementi (vedi link all'interno del sito). Nello stesso anno accompagna il grande cantastorie siciliano Nonò Salamone.



e-mail: info@raimondoraimondi.it

I contenuti (testi, immagini, suoni, filmati, grafiche, marchi, loghi, audiovisivi, ecc.) del presente sito sono di proprietà esclusiva di Raimondo Raimondi e/o di terzi e sono protetti dalla normativa vigente in materia di tutela del diritto d'autore, legge n. 633/1941 e successive modifiche ed integrazioni. La riproduzione, la comunicazione al pubblico, la messa a disposizione del pubblico, il noleggio e il prestito, la pubblica esecuzione, anche parziale, e la diffusione senza l'autorizzazione del titolare dei diritti è vietata.

Web design: Excogita
Area riservata: Utente: Password: » Iscrizione newsletter » Password persa?